Vivere la fotografia

La rivista dedicata agli autori, alle associazioni, ai circoli ed a tutte le realtà che promuovono cultura fotografica.

dovunque, comunque

eBook da condividere


Cromìa è un’idea editoriale che intende unire le attività di tutte le realtà culturali, fatte di autori, gruppi, circoli, collettivi e associazioni che attraverso lo studio e la pratica delle discipline fotografiche ne promuovono la diffusione territoriale e lo sviluppo comunicativo. Ci rivolgiamo a chiunque utilizzi la fotografia come importante strumento di comunicazione. La nostra base operativa è a Scandiano – Reggio Emilia.

Cosa c’è nella scatola

Raggruppare esperienze di fotografia attraverso immagini che raccontino storie dal forte impatto sociale, culturale ed emozionale. Si intende creare un contenitore virtuale e/o cartaceo nel quale dare valore a progetti di importante comunicazione visiva.

Possibilità

Si vuole costruire un trait d’union tra la fotografia usa-e-getta del web 3.0 (fatto di social e immagini consumate troppo velocemente) e gli amanti della buona fotografia, offrendo a fotografi emergenti la possibilità di avere un palcoscenico sul quale mostrare i propri lavori.

semplicità prima di tutto

Taglio editoriale.

Libertà espressiva, è questa la parola d’ordine. Ci interessa portare il lettore verso una riflessione: le persone riempiono ed animano il nostro vivere quotidiano, fanno parte della nostra storia, della nostra vita. Aspiriamo ad essere qualcuno sulla base di proiezioni mentali di altri individui che hanno condizionato il nostro approccio alla vita.

Crediamo che la fotografia non possa trascendere dal doversi rapportare con le persone, ecco perché il filone che vogliamo indagare è proprio questo: tutto ciò che le coinvolge, che provoca empatia, che trasmette emozione attraverso la leva della presenza umana è nel mood di Cromìa.

numero 00

Partiamo da qui


Abbiamo realizzato il numero 00 con l’intento di comunicare nel modo più facile possibile le nostre intenzioni. Si tratta di un demo dal carattere generale, per donare agli interessati un pezzetto della nostra passione affinché decidano di seguirci ed entrare nel team di progetto!

Puoi sfogliarla su ISSUU, cliccando qui in basso:

linee guida

Impostazione

Interpretare un’idea fotografica non è semplice ed impone una costante riflessione sul lavoro dell’autore. La rivista è solo uno strumento che abbiamo a disposizione per trasmettere al giusto pubblico il carico di emotività del progetto fotografico.

Con Cromìa crediamo che la resilienza dei fotografi autorali, fatta di tanti e sporadici frammenti, possa trovare la forza di condensarsi ed esprimere un valore oggettivo.

Progetto

Cromìa nasce dalla volontà di riunire realtà fotografiche territoriali, offrendo la possibilità a tutti di dare spazio ai propri lavori e alle proprie attività. In linea con i principi associativi-culturali che ne hanno caratterizzato l’origine. Per queste ragioni il progetto non ha finalità di lucro e vive di sponsorizzazioni.

Realizzazione

Impaginazione professionale e cura dei dettagli sono l’elemento chiave che rende la rivista un prodotto godibile online e già pronto per essere condiviso o stampato in tiratura limitata. Il progetto è curato da Fotografia Liquida e da un team che ingloba rappresentanti di tutta la provincia.

Contenuti

La rivista non è una raccolta di ‘belle fotografie’ ma vuole essere soprattutto una rassegna di ‘buone fotografie’, frutto di un pensiero critico. Vogliamo tendere al raggruppamento di esperienze fotografiche che sappiano raccontare storie dal forte impatto sociale, culturale ed emotivo.

Cromìa & Storytelling

La fotografia utilizza un registro di comunicazione simile-ma-diverso rispetto alle parole. Le immagini hanno impatti dirompenti, sono trasversali, non necessitano di traduzioni, ma allo stesso tempo sono dei veicoli potenti e pieni di metafore, segni, analogie e simboli da scoprire.

Perchè? Se lo chiediamo, siamo sulla strada giusta!

Coordinamento artistico tra associazioni fotografiche


Alla base del progetto c’è una lunga esperienza in associazioni culturali fotografiche: l’idea di una rivista nasce dalla necessità di dare ai fotografi emergenti uno strumento di comunicazione di gruppo, che abbatta barriere territoriali e che possa legare la passione e la voglia di visibilità di ognuno. La disponibilità di Fotografia Liquida ha reso possibile la creazione di un format spendibile in molti modi.

Per fare fotografia nel modo giusto è importante confrontarsi, subire la critica altrui e misurare il proprio livello di comunicazione osservando le attività di altri autori, spesso così vicino da risultare invisibili. L’intenzione dei fondatori è determinare un coordinamento artistico composto da rappresentanti di associazioni fotografiche e selezionare i migliori progetti da pubblicare.

PARTNER

Unisciti al nostro team

Ci rivolgiamo a tutte le realtà associative, ma non solo! Se sei un fotografo o un autore e vuoi entrare a far parte del nostro gruppo sei il benvenuto!

Fotografia Liquida

Direzione tecnica e artistica

Fondata da Alessandro Russo e Alessandro Marangon, un punto focale in ambito Webinar e Workshop fotografici.

ContrastoLab

Collettivo fotografico scandiano

L’esperimento di condivisione e contaminazione sociale che ha coinvolto numerosi appassionati di fotografia.

IronUp

sponsor

Professionisti nel campo automotive, riferimento per gli amanti dei motori ad alte prestazioni della motor valley.

Contattaci

Per ulteriori informazioni su Cromìa non esitare a scriverci.
Anche solo per entrare in contatto con noi e approfondire le nostre attività!


[wpforms id=”394″]